Solitudine: conoscerla per conoscersi

 Comprendere la propria solitudine può aiutare a conoscere veramente se stessi , a capire che cosa ci aspettiamo dagli altri e dai nostri rapporti con loro, e può offrire una prospettiva nuova da cui guardare ciò che circonda..

Il Prof. Antonio Lo Iacono che da più di vent’anni studia il fenomeno della solitudine scrive: “Il sentimento di solitudine, comportando in genere disagio, è uno dei fenomeni meno studiati e conosciuti dalla maggior parte della gente perché richiede una profonda  analisi di sé che in questa società veloce sta diventando sempre più difficile. Di solito si cerca di non fermarsi a riflettere, o si cerca continuamente di prevenire la solitudine o e/o distrarsi da essa .. Si deve comprendere invece l’importanza per ognuno di riconoscere la propria ed esserne consapevole, perché negare questo sentimento interiore è negare sé stessi ..”

Psicologia della solitudine

Che cos’è la solitudine?
Sembra oggi apparentemente una malattia da cui tutti dobbiamo fuggire, forse perché sempre più sentiamo la condanna di doverla vivere e nello stesso tempo la speranza di poter ritrovare in essa momenti di intimità con noi stessi. È proprio questo il paradosso che la solitudine diventa condizione psicologica.

Solitudine: così la vivi bene

Imparare a stare soli è la via maestra per acquisire maggior consapevolezza di se stessi ed entrare in contatto con la propria autenticità: vediamo come

Nuove solitudini

E' uno dei tanti paradossi della nostra società. Viviamo nell'era della tecnologia, della comunicazione globale, nell'era di internet che ci permette in un solo istante di metterci in contatto con chiunque in qualsiasi parte del nostro pianeta.

La solitudine e' una sofferenza, ma anche una risorsa

La solitudine e' una sofferenza, ma anche una risorsa Come cantava Gaber «e' indispensabile per star bene in compagnia»:coltivare il dialogo interiore, prendere coscienza del se' piu' autentico, diventa una forma di autoterapia

Uno stato d'animo da conoscere

Un sondaggio condotto dall'Associazione italiana di psicologia applicata rivela che, su un campione di 1.000 soggetti, il 29 per cento ammette di sentirsi " solo". Perché una percentuale così alta? Cerchiamo di capirlo insieme agli esperti.

Quattro modi di sentirsi soli

Spesso ci si sente abbandonati anche se gli amici non mancano. Perché la solitudine è uno stato d'animo che può essere indotto non solo dalla mancanza di affetti, ma anche da moltissime altre variabili 

In coppia

Globalizzazione e solitudine: un grande contrasto della nostra epoca

Forse mai come in questi ultimi dieci anni si è parlato di comunicazione, di scambi, di interattività, e forse mai come a partire dalla seconda metà del XX secolo si è tanto sentito parlare anche di solitudine e di isolamento.

Perché abbiamo paura della solitudine?

Stare da soli con noi stessi è una preziosa risorsa, ed è importante imparare a scoprirne i lati positivi

Come vincere la solitudine e trovare nuovi amici

Vuoi essere felice? Coltiva le relazioni con gli altri!
Avere delle relazioni gratificanti con gli altri è uno dei segreti per avere una vita felice e piena di soddisfazioni.
Molte ricerche condotte nell'ambito della psicologi sociale, hanno evidenziato che chi ha una vita affettiva e relazionale soddisfacente, non solo è molto più felice, ma, ha anche un salute migliore e vive più a lungo.
E chi, invece, ha con gli altri dei rapporti solo superficiali? 

Così la solitudine non fa più paura

Molte donne si fanno prendere dall'ansia all'idea di passare una sera a casa, senza nessuno.
Ma stare in compagnia di se stesse può essere piacevole

La solitudine intervista al Prof. Eugenio Borgna

Eugenio Borgna, nel suo ultimo libro “La Solitudine dell’anima” analizza il tema dell’isolamento in un mondo sempre più connesso. Separarsi temporaneamente dalle occupazioni quotidiane aiuta a farci rientrare nella nostra interiorità e a recuperare una dimensione creativa. Senza perdere la nostalgia degli altri.

Strategie per affrontare la solitudine

 Se la soltudine non è ricercata ed è una condizione che la persona sente di subire 

La solitudine e il fenomeno della dipendenza

C’è un luogo comune che afferma che l’uomo nasce libero e che poi piano piano s’incatena attraverso i condizionamenti sociali. Quest’illusione di libertà si perde pian piano, di mano in mano che aumentano le responsabilità (la crescita) gli impegni, i progetti di un ideale di vita. Quindi la socializzazione e la politica può concorrere a questa fuga dalla libertà.

Soli soli soli- Come affrontare la solitudine - P. Romeo

Prima, Adamo ed Eva non  hanno bisogno di capirsi, possono, entrambi, stare nudi a guardarsi, senza lussuria; dopo, quando si è compiuto il peccato originale, subentra lo stridore della conoscenza ed allora si scopre di essere nudi, di non essere più al di là del bene e del male ma in mezzo.

In Italia allarme sociale per la solitudine

Quasi quattro milioni di italiani si sentono spesso o sempre soli. Lo indica un'indagine di Telefono Amico
  Telefono Amico Italia ha presentato i dati e la sintesi dell’indagine demoscopica «Gli italiani, il disagio e la solitudine», realizzata nel marzo 2008 su un campione rappresentativo di 1.001 italiani, curata da Enrico Finzi, sociologo e presidente di Astra Ricerche, con il contributo di Nokia, e ha illustrato obiettivi e attività del progetto «Osservatorio sul Disagio Emozionale».

La solitudine subita affligge invece quella scelta, appaga (A. Morandotti)

alone.jpgNon è rompendo la solitudine, bensì approfondendola, che gli esseri diventano capaci di comunicare (Louis Lavelle)

Solitudine di chi vive un'esperienza psicotica,della famiglia, degli operatori,della società

Relazione del Dott.Nano Direttore Dipartimento salute mentale Sud - (Novara -Galliate)

L’attività del Tavolo “La Comunità che guarisce”, anche nel corso di quest’ultimo anno, si è articolata in diverse iniziative, il cui comune denominatore è stato, a mio avviso, il tentativo di affrontare un tema spesso trascurato dai manuali classici di psichiatria o dalle relazioni degli amministratori sull’assistenza psichiatrica: la solitudine.

La solitudine è contagiosa così è possibile sconfiggerla

NEW YORK Chi è solo avvelena anche te: digli di smettere. Ci vorrebbe una pubblicità progresso politicamente scorretta per estirpare l' ultimo frutto del logorio della vita moderna: la solitudine.

Le radici della solitudine

L’isolamento emotivo o quello sociale possono determinare uno dei “mali” psicologici più difficili da contrastare

NON SIAMO FATTI PER ESSERE SOLI - Prof. Eugenio Borgna

Estratto dalla trascrizione del meeting del 28 agosto 2008 a Rimini "Non siamo fatti per essere soli"
 
Il Prof. Borgna è Primario emerito di Psichiatria presso l'Ospedale Maggiore di Novara e libero docente in Clinica delle malattie nervose e mentali all'Università degli Studi di Milano,

In declino l'idea dell'innamoramento guidato da forti pulsioni

L'idea dell'innamoramento guidato dalle pulsioni forti e incontenibili sembra essere in declino tra i ragazzi d'oggi.

La solitudine fa male? La Lectio magistralis di John Cacioppo

Lunedì 26 ottobre il neuroscienziato di origini siciliane John Cacioppo, direttore del Center for Cognitive and Social Neuroscience all'Università di Chicago, ha parlato di solitudine nella sua Lectio magistralis che si è svolta nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale.

La solitudine «peggio del fumo»

Le persone sole subiscono una riduzione funzionale di specifiche aree cerebrali che le rende «insensibili».American Association for Advancement of Science 

La solitudine fa diventare «insensibili» (Foto Grazia Neri